Nuovo logo di Google: ce n’era bisogno?

Scritto da | 2018-04-04T15:06:52+00:00 2 Settembre 2015|

Google non si ferma mai, ricorda molto mio figlio quando deve fare la pipì, ha la stessa frenesia. Questa volta ha deciso di cambiare look, ha aperto l’armadio ed ha buttato via i vecchi loghi. Ecco l’annuncio ufficiale  avvenuto come di consueto sul blog ufficiale.

Non è la prima volta che Larry e Sergey mettono mano al logo della compagnia.

Logo Google

La penultima volta nel 2014, in maniera molto timida, quasi impercettibile, al limite del perculamento grafico: la seconda “g” era stata spostata a destra di un pixel e la “l” era stata spostata in basso e a destra di un pixel.

Logo Google

Io ho guardato questa gif per giorni, non riuscivo a smettere di ridere, la trovo meravigliosa, quasi terapeutica.

Il presente è FLAT

L’ultimo cambiamento si discosta totalmente dal logo precedente, la continuità è data dai colori e quella “e” leggermente inclinata. Nel video di presentazione del nuovo logo c’è un omino che alza quella “e”, per me rappresenta il DISAGIO  che si vive nell’Internet: c’è sempre qualcuno che ti deve smerigliare le palle.

Nuovo Logo Google

Era proprio necessaria questa modifica?

Google risponde chiaramente nel suo annuncio:

Allora scricciolo, perché lo stiamo facendo adesso? Prima laggente usava Google da un solo dispositivo: PC desktop. Ora, laggente, interagisce con i prodotti Google in molte differenti piattaforme, applicazioni e dispositivi, a volte tutto in un solo giorno.  Abbiamo preso il logo e il branding di Google, che erano originariamente costruiti per una pagina del browser per desktop, e li abbiamo aggiornati in modo tale da renderli efficaci su ogni dispositivo.

Questa non è la prima volta che abbiamo cambiato il nostro sguardo e probabilmente non sarà l’ultima, ma pensiamo che l’aggiornamento di oggi è una grande riflessione di come Google comunica con te. Pensiamo di aver preso il meglio di Google (semplice, ordinato, colorato, amichevole)…

Logo Google

Non è un semplice restyling del logo

È stata rimodellata l’intera grafica dell’ecosistema Google, in modo tale da introdurre un linguaggio visivo comune (non è mai stato così coordinato), omogeneo ed immediatamente comprensibile e, dato non trascurabile, adatto ai molteplici device. Ecco perché la scelta di una grafica semplice, flat e colorata. Permette di creare un design cognitivo funzionale e facilmente riconoscibile.

In questo articolo “Evolving the Google identity” c’è il mega-spiegone tecnico sulla genesi del nuovo design.

Sono state modificate la maggior parte delle icone dei servizi Google: Search, Google+, Maps e Traduttore.  Quella “g” minuscola non l’avevo mai capita, perché la “g” minuscola? Perché? Ora finalmente potrò dormire tranquillo.

loghi google

Immagina, puoi

Immagina se il restyling del logo fosse stato affidato alla società che si è occupato del meraviglioso restyling del logo di Alitalia

Logo Google Restyling

Immagina se il restyling del logo fosse stato affidato a chi ci ha deliziato con i rendering dell’Expo 2015

logo google expo

Immagina se il restyling del logo fosse stato affidato a chi ha sempre qualcosa di cui lamentarsi

logo google rosiconi

 

Immagina se il restyling del logo fosse stato affidato a chi “hanno cambiato il logo storico di Google, non ho più certezze nella vita”

Google Older Logos

 

E tu?

Dai, dimmi cosa ne pensi. Potevi fare meglio? Conosci agenzie che avrebbero potuto realizzare capolavori? Rispondi al sondaggione!
Aggiungo una bella considerazione di Andrea Saletti

l’influenza di un brand nel fare accettare i cambiamenti o modificare le abitudini delle persone è proporzionale alla percezione di fiducia/credibilità/utilità che gli associamo.
Rinnova il logo di Google e tutti penseranno al progresso e alla grande visione di marketing, rinnova il logo della tua piccola azienda e tutti si chiederanno se ha cambiato gestione o se è l’ultimo tentativo di svecchiare la sua immagine prima del fallimento http://www.pronesis.it/33-loghi-terribili/


Qualche informazione in più su

Uomo di marketing creativo e con le mani sporche di codice.

Organizzatore di eventi belli, Creatore di Contenuti, Brand Builder e Attivatore di Persone. Più che decennale esperienza nella creazione di piani editoriali, strategie di email marketing e content marketing.

Padre di SEO&Love, Beach&Love, Food&Love e tre figli stupendi.

4 Commenti

  1. Alex 2 Settembre 2015 al 10:35 - Rispondi

    Finalmente qualcuno che si è un attimo focalizzato sul fatto che anche Google si è piegato alla logica del Flat Design. Resta da capire il perché abbiamo scelto di allinearsi, proprio loro che cercano di fare sempre le cose “diversamente”.

    Ne abbiamo scritto sul nostro blog…Se avete voglia di approfondire!

    http://www.retorica.net/2015/09/02/cose-il-flat-design/

  2. Mr Tozzo 2 Settembre 2015 al 13:25 - Rispondi

    Ma questo cambiamento è così importante da scriverci addirittura un post ?

    • Salvatore Russo 2 Settembre 2015 al 15:46 - Rispondi

      Ciao Andrea,
      ieri sera non davano niente di bello in TV. A parte gli scherzi ti risponderei di sì, non c’è di mezzo solo il logo, ma tutta la grafica dell’ecosistema Google e probabilmente non si fermano qui i cambiamenti.
      Per me vale un post.

  3. Riccardo 4 Settembre 2015 al 7:34 - Rispondi

    Sempre grandi complimenti per te Salvatore, sei geniale! Il “mi sento Rosicone” vale un intera giornata di buon umore!!!
    Tra l’altro ho pure votato nel tuo sondaggio… e sono morto vedendo il “fa schifo come il finale di Dexter” che ho visto giusto la settimana scorsa… ahhahahah

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Nuovo logo di Google: ce n’era bis…

tempo di lettura: 2 min
4